Blog: http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

ESPOSITELLUM (di Stefano Olivieri)


Gira e rigira dopo la quarta, quinta e forse sesta Repubblica siamo tornati al punto di partenza, quello degli azzeccagarbugli furbi e prezzolati specializzati nel fottere regole e regolamenti delle istituzioni pur di affermare il potere del loro capo. È già accaduto con i “lodi” disegnati a suo tempo da parlamentari del centrodestra per realizzare i desiderata di Berlusconi, sta accadendo di nuovo con il governo di Matteo Renzi dove uno sconosciuto Carneade, al secolo Stefano Esposito, senatore pd, trova il suo momento di celebrità per aver superato in forbizio nientepopodimeno che mister porcellum Calderoli grazie all’emendamento “canguro”, ennesima bestialità partorita da una classe politica bastarda sempre più casta malgrado le affermazioni di principio, sempre più lontana dal Paese. Dice Esposito davanti alla tv, dove aver già straparlato ieri definendo parassiti quelli della minoranza PD, rei di non pensarla come il suo sponsor Renzi : “"E' il solito vizio italico, per cui siccome un'idea intelligente è venuta a me che nessuno conosce, allora vuol dire che deve essere stata suggerita da qualcun altro"
Stia pur tranquillo senatore Esposito, la cronaca ( non la Storia) della nostra Repubblica registrerà a suo nome la ricetta dell’ennesimo tramezzino giuridico infarcito di cacca e lei forse riceverà come attestato di stima qualche sottosegretariato. Sappia però, e lo riferisca a Renzi, che gli italiani hanno altro a cui pensare piuttosto che alla genialità del suo emendamento canguro. Ve ne accorgerete quando ci saranno le vere elezioni politiche.

Stefano Olivieri

http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

Pubblicato il 22/1/2015 alle 5.22 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web