Blog: http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

L'argine di marmo (di Stefano Olivieri)


Fatemi capire meglio. A Carrara esonda il fiume Carrione distruggendo un argine completato pochi mesi fa e per ripararlo hanno usato decine di blocchi di preziosissimo marmo? Ce lo pagano ( anzi: lo pagano alla famiglia Bin Laden, che è da tempo proprietaria della quota maggioritaria dell’impresa estrattiva) a peso d’oro, ci hanno lastricato monumenti e palazzi in giro per il mondo e proprio nella città di provenienza viene adoperato per riparare un argine. Ma non avevano a disposizione sacchetti di sabbia, o detriti di calcinacci, insomma qualsiasi altra cosa? Mi piange il cuore a vedere quei blocchi lucidi, preziosi, scintillanti di vita propria, scomparire sotto la melma. E penso che non sia stata una scelta illuminata anche sotto il profilo dell’immagine pubblica. E' proprio vero che è nell'emergenza che il nostro paese dimostra di avere le mani bucate.

Stefano Olivieri
http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it 

Pubblicato il 7/11/2014 alle 14.58 nella rubrica Cronaca.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web