Blog: http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

IMU & DISABILI, LA DIMENTICANZA DI MARIO MONTI (di Stefano Olivieri)


Che dimenticanza poi non è, perché in tanti glielo hanno ricordato. Ma non c'è stato nulla da fare: la detrazione per i figli cessa a 25 anni, inderogabilmente. Evidentemente il nostro premier pensa che i disabili e le loro famiglie godano, si fa per dire naturalmente, di sufficienti tutele.

Vorrei ricordare a Monti che il welfare state in Italia si trasforma in welfare family se riferito ai disabili. Lo Stato italiano da sempre ha preferito la via indecorosa dell'indennizzo economico nascondendo sotto il tappeto l'inadeguatezza delle tutele che invece uno stato civile dovrebbe essere in grado di offrire ai suoi cittadini più sfortunati. La legge 68 sull'avviamento al lavoro, ad esempio, è stata un fallimento ancora prima che arrivasse Berlusconi. Nessuno che assuma un disabile, neanche sotto tortura. Preferiscono pagare la multa.
Il disabile grave resta a casa ben oltre il venticinquesimo anno di vita. Per sempre, praticamente, e se non fosse per l'impegno dei genitori e degli amici ( sempre più pochi, in una società che non insegna più la solidarietà sociale), non uscirebbe mai. 
Nelle famiglie che hanno all'interno un figlio disabile lavora fuori quasi sempre  il padre o la madre, alternativamente. Ma l'altro genitore non si gira certo i pollici, perché la cura di un disabile grave adulto è faticosa, sfibrante. E l'aiuto che dà lo stato, meno di 800 euro fra pensione di invalidità e assegno di accompagnamento, non è mai sufficiente a coprire  le spese, a cominciare da quell'automobile in più, necessaria per la sua mobilità, di cui in tempi come questi si farebbe volentieri a meno, se un figlio fosse in grado di gestirsi autonomamente.

La casa, per un disabile, è tutto. A Francesco, mio figlio, abbiamo allargato la stanza, perché ci vive dentro, a parte l'uscita giornaliera, molto più di quanto non facciano gli altri giovani. E di gioventù fra l'altro non dovrei più parlare, perché mio figlio quest'anno compirà 34 anni.

Per lui, però, nessuna detrazione IMU. Evidentemente quella Irpef già basta e avanza. Così come gli importi della pensione e dell'assegno di accompagnamento, fermi da anni malgrado l'Inps, in questi ultimi due anni, abbia recuperato centinaia di migliaia di euro dalla lotta ai falsi invalidi. Non sarebbe giusto che quelle risorse, almeno quelle risorse possano rimanere a sostegno delle famiglie dei disabili veri? Mentre la politica si è mangiata di tutto e di più?
Egregio premier MONTI, potrai anche andare all'estero a presenziare simposi e congressi con il tuo impeccabile inglese ma per me, riguardo a questa cosa,  sei soltanto una VERGOGNA AMBULANTE.
Pronto a ricredermi, naturalmente. Si fa sempre in tempo a rimediare, quando si è "tecnici". Vero?

Stefano Olivieri

http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it 

Pubblicato il 17/4/2012 alle 13.14 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web