Blog: http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

E GLI ANZIANI? MORTI DI CALDO, SUL SERIO ( di Stefano Olivieri)

Ho trovato la notizia sul corriere del Ticino (http://www.cdt.ch/mondo/cronaca/49566/milano-12-morti-per-il-caldo.html ) e mi sono chiesto quanto sono stati complessivamente i morti per il caldo in questi giorni in Italia. Se tanto mi da tanto, rapportando il dato dei 12 morti di Milano alla popolazione italiana, temo che gli anziani morti in questi giorni di canicola siano diverse decine.
 
Come mai i giornali e i media non ne parlano? Che cosa si è fatto e si sta facendo in questi giorni per le centinaia di migliaia di anziani lasciati soli a ferragosto, nelle loro case senza condizionatore d’aria ( anche il fresco è un lusso che pochi possono permettersi) ? Dove sta la Protezione civile con i suoi potenti mezzi finanziari ? Esiste un coordinamento nazionale dell'emergenza caldo o hanno scaricato tutto sui comuni? E almeno nelle metropoli, nei grandi comuni, è stato predisposto un servizio di emergenza,  con punti di raccolta nella città dotati di pronto soccorso medico, di ventilazione adeguata e quant’altro? Perché Berlusconi, che spende e spande quando organizza le sue seratine eleganti e simpatiche circondato di giovani escort, non si preoccupa ogni tanto dei suoi coetanei meno fortunati?
 
I vecchi in Italia non fanno notizia, a meno che non si parli del premier. Eppure gli ultrasessantacinquenni rappresentano più di un quinto della popolazione del nostro paese. Non tutti sono ricchi, non tutti godono di una pensione decorosa che possa loro consentire di superare senza problemi emergenze ambientali come quella di questi giorni. E non tutti, va detto purtroppo, hanno una famiglia sollecita e affettuosa che può soccorrerli, perché un sorriso e una carezza possono fare miracoli anche con il caldo canicolare.
 
Vorrei che ci ricordassimo di loro più spesso. Vorrei che se ne ricordasse la comunità e non solo i media. Vorrei che l’Italia fosse un paese civile, un paese di quelli che non solo a parole si prendono cura di chi è debole e senza risorse. Ma forse chiedo troppo. Gli anziani hanno già dato, sono stati ben spremuti sul lavoro e saranno, da quel che stanno apparecchiando al governo, ancora spremuti sulle loro pensioni, con risultati devastanti per la qualità della loro vita. Forse, alla fine, in questa Italia è meglio morire di caldo.
 
Stefano Olivieri
http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

Pubblicato il 24/8/2011 alle 19.3 nella rubrica Ambiente.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web