Blog: http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

GUERRA E FAME ( di Stefano Olivieri )

 Questo paese non ha bisogno di eroi e di superuomini su macchine volanti che uccidono. L’Italia ripudia la guerra e coloro che sulla guerra lucrano e fanno affari, come le fabbriche di armi e armamenti. Siamo un popolo che sprofonda in una crisi senza precedenti, i padri di famiglia fanno debiti per tirare avanti, si tagliano stipendi e pensioni, si stringe la cinghia perfino agli invalidi alzando l’asticella del diritto all’85 % ( praticamente dai 2/3 a più dei 4/5: per avere diritto all’assegno di invalidità il richiedente deve avere già un piede nella fossa, quasi quasi conviene presentare insieme anche la domanda di reversibilità della vedova..).

Dall’altra parte si considera strenua lotta all’evasione fiscale avere introdotto la ricevuta elettronica per i pagamenti superiori a 7000 euro ( ma andate in giro piuttosto a vedere quanti commercianti non fanno più scontrini !...) e aver resuscitato ( colo in minima parte) la riforma Visco con la tracciabilità degli assegni superiori a 5000 euro ( e se uno emette due assegni da 2500 ?..). E poi ? Poi basta, non c’è trippa.

Invece la trippa c’è, e anche le patate. Sappiano i moderati elettori del cavaliere che dovranno andare in giro anche con le pezze al c**o, ma non potranno far mancare al ministro La Russa i suoi bei giocattolini F35 (operazione approvata il 6 aprile di quest’anno). Costano un botto l’uno e ne abbiamo commissionati 131 per fare i primi della classe e oltre al costo d’acquisto ( oltre 13 miliardi di euro : 1 miliardo l’anno fino al 2026) ne hanno uno ( circa il 50 % : 6 miliardi e mezzo) per l’esercizio e la manutenzione, e senza considerare le spese di aggiornamento e addestramento di chi dovrà pilotarli. Sono armi da offesa, non da difesa, possono tranquillamente trasportare bombe nucleari ( che bello !!) e tutte quelle cosine che fanno tanta bua ai cattivi.

Ma contro chi li dovremo usare ? Questo non è importante. Gli italiani, i disoccupati, i cassintegrati, i terremotati abbiano fiducia, che qualcosa il governo si inventerà. C’è sempre una guerra in giro per il mondo.

Stefano Olivieri

http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it/

Pubblicato il 6/6/2010 alle 19.43 nella rubrica Economia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web