Blog: http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

Bandiera bianca ( di Stefano Olivieri)

Ma va, i prezzi non salgono ! A parte il fatto che non è vero per tutti i prodotti, e che comunque anche se a zero l’inflazione italiana è sempre più alta della media UE ( a -0,6), vorrei capire chi si deve rallegrare di questo. In un paese dove il pil non cresce e l’inflazione si abbassa rispetto agli anni precedenti, la causa di tutto questo non può essere che una : che ci stanno un sacco di birbaccioni in giro che si sono arricchiti senza sforzo negli anni precedenti, spremendo come limoni i consumatori, e adesso si sono un po’ fermati non perché illuminati da un inaspettato rimorso, ma semplicemente perché la domanda è calata di brutto, dall’indispensabile al superfluo.

L’Italia che lavora e con il proprio sudore si guadagna il pane quotidiano ogni giorno è stata spremuta e spellata fino all’inverosimile, e i suoi carnefici si sono fermati soltanto per mantenere in vita un mercato interno ridotto al lumicino. Ora su quei poveretti sventola una gigantesca bandiera bianca e ci vorrebbe una social card bella grossa, almeno quanto quella che Berlusconi ha confezionato per la Sicilia in odor di fronda, ma per i poveracci i soldi non ci sono mai. Qui da noi se sei ricco puoi evadere, esportare e riportare impunemente il tuo denaro lasciando appena un obolo allo Stato e senza neanche essere costretto a dire chi sei; se sei povero ti attacchi, aspetti e speri come gli aquilani che sia pronta una casa nuova con il frigo pieno. A ottembre, il mese che non esiste, direbbe la buonanima di mia zia Ninetta.

Ogni tanto Silvan Berlusconi tira fuori dei miliardi dal cappello. Un attimo prima non c’era nemmeno un euro per i casi più disperati, un attimo dopo arrivano gli ossi miliardari per Lombardo e Miccichè, che si ammansiscono scodinzolando perfino a Tremonti il nordista. Il governo delle pillole, una a te e una a lui, e pazienza se a te tocca sempre quella amara, la prossima volta sarai più fortunato.

Già, la fortuna, solo quella ci è rimasta. Il sogno di un bel sei al superenalotto, e con quello puoi dimenticarti pure di Berlusconi, per un bel po’. Sfidarlo in ricchezza non potresti, perché lui avrebbe comunque un centinaio di fantastiliardi in più rispetto a te, ma potresti alzare la voce, farti sentire, comprarti un canale satellitare e invitarci la sua ex moglie, chiedendole quando si decide a dissanguarlo con una bella causa di divorzio. E noi tutti a fare il tifo naturalmente, finchè il giudice non sgombra l’aula. Il giorno dopo nascerebbe il partito del sud, quello dell’ovest, quello del centro e tanti altri ancora, e un attimo dopo nessuno si ricorderebbe più del pdl e del suo fondatore. Che ingrati gli amici quando sono a busta paga. Ma c’è sempre Gheddafi, con tutti i miliardi che Silvan Berlusconi gli ha dato, una exit strategy lastricata d’oro per l’esule obbligato ci sarà pure scappata, o no ?

Stefano Olivieri
http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it/

Pubblicato il 31/7/2009 alle 20.47 nella rubrica Economia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web