Blog: http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

MISTER OBAAAAAAAAAAAAAAAAMA ! ( di Stefano Olivieri)

 
Così ora gli piace anche se abbronzato. E quanto gli piace ! Un corteggiamento così asfissiante che Barack avrebbe potuto intentargli tranquillamente causa per stalking se soltanto il g20 si fosse tenuto nel nostro paese. Ma il premier Usa è comunque avvertito, a Luglio alla Maddalena non potrà sottrarsi ad abbracci, pacche sulle spalle, tastatine, guanciaguancia e chissà quali altre “carinerie”. Silvio ha già allertato i suoi fotografi, vuole un album completo di lui accanto al pennellone nero in tutte le pose, ci mancherebbe. Non è andato in America per festeggiarlo quando è stato eletto per non rubargli la scena, ma ora è tutto diverso, ora Obama è presidente anche lui e fra presidenti, si sa, ci si da del tu e ci si abbraccia spesso e volentieri, anche quando si è di idee distanti.

E' la vita. Sembrano passati millenni dall’idillio con il cowboy texano caduto rapidamente nell’oblio del nostro premier, ora è Obama il trend da inseguire, da accalappiare, da circuire spasmodicamente. Ogni mezzo è lecito per poter lanciare servizi su Libero dal titolo “Io e Barack”, e dunque tutti al lavoro, Saccà ripassi in fretta l’elenco delle signorine che stavolta altro che maggioranza al senato, qui si scrive la storia futura dell’umanità intera e sotto deve esserci anche la firma del cavaliere.

Pazienza per le gaffe, per quei decibel in più che hanno infastidito la regina Elisabetta dopo la foto di gruppo a Londra. Tanto ormai lo sanno tutti al mondo che Silvio è fatto così, verace come una vongola e smanioso come una partoriente quando stravede per qualcuno. Non ci si può far nulla, manco Bonaiuti e Capezzone in coro riuscirebbero a giustificare il suo comportamento strabordante, eppoi in fondo all’Italia che lo vota va bene così, che si lasci pure andare il premier del paese dei furbetti e dei mazzettari, alle volte una strizzata d’occhio fatta al momento giusto vale più di una firma ad un protocollo d’intesa. Quindi Obama forever alla grande, che non si pensi mai che l’Italia non ama l’America. E se qualcuno poi fa domande più precise, e chiede per esempio perché anche da noi non mettiamo in gabbia truffatori e corruttori come sta facendo Obama, si può sempre rispondere che si tratta della solita mistificazione della sinistra.

Stefano Olivieri
http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it/

Pubblicato il 3/4/2009 alle 13.49 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web