Blog: http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

L’ITALIETTA DI BRUNO VESPA DIMENTICA OBAMA (di Stefano Olivieri)


Clamoroso. Gli Usa portano un nero alla Casa bianca e Bruno Vespa a Porta a Porta, il salotto televisivo che celebrò l’elezione e la rielezione di Bush in pompa magna, dimentica l’avvenimento. Ieri sera, giorno dell’investitura di Obama, il ciambellano di corte ci ha dilettato con l’ennesimo drammone a tinte fosche, ovvero la storia di Amanda e Raffaele, i due imputati dell’omicidio di Meredith. Stasera raddoppia con Albano l’italiano e la mestizia avvolge il nostro paese. Scommetto che di tanta sciagurata e ostentata censura si vergognano perfino i più incalliti sostenitori del cavaliere, che ad Obama ha affettuosamente augurato tanta fortuna per corrispondere alle aspettative del mondo intero. Intanto però ha istruito a dovere i fedelissimi della Rai, affinché l’operazione oscuramento iniziasse senza indugi.

Mi vergogno di questa Rai sottomessa, genuflessa oltre ogni dire. Hanno tuonato su Santoro perchè di parte, mi piacerebbe sapere se l'esimio Petruccioli ha approvato questa "dimenticanza" della prima rete televisiva di stato. Pensare poi che Vespa non è manco più della Rai almeno da una decina di anni, ma continua a fare il cavallo di Troia di Berlusconi. Se il vento di Obama mai arriverà nel nostro paese, i primi a saltare via saranno questi cortigiani che ci tengono ancorati a un assurdo medioevo.

Stefano Olivieri
http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it/

Pubblicato il 21/1/2009 alle 23.32 nella rubrica Ambiente.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web