Blog: http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

Propongo Tiziana Concu cavaliere della Repubblica (di Stefano Olivieri)

 

Da Repubblica online : “CAGLIARI - Trova 160mila euro tra contanti e assegni davanti ad una banca e li consegna ai carabinieri che sono riusciti a risalire al proprietario. E' accaduto ieri notte a Cagliari. Protagonista dell'episodio Tiziana Concu, 43 anni, impiegata presso un supermercato della città: la donna ha ritrovato la cassettina contenente il denaro davanti alla cassa continua della filiale del Monte dei Paschi di Siena di via Tuveri. Senza pensarci su, ha portato la somma dai carabinieri che sono riusciti a risalire al proprietario che si è visto restituire il piccolo tesoro. Si tratta di A. P., responsabile amministrativo di una società di Cagliari. “

Alla fine di ogni anno si cercano sempre i buoni e i cattivi, per additarli agli altri. Tiziana Concu meriterebbe il cavalierato della Repubblica per il suo esempio di onestà, che dovrebbe essere normale in un paese civile ma non nel nostro paese, dove ai furbetti si strizza l’occhio e gli onesti sono considerati dei fessacchiotti. Immagino in quanti fra amici e parenti le avranno fatto la paternale, le avranno detto che è stata stupida, che poteva almeno tenersi i contanti perché il denaro è denaro, pecunia non olet. E’ così che abbiamo massacrato questo paese, mettendo sempre il denaro avanti a tutto, mercificando tutto, perfino valori fondamentali come l’onestà, la solidarietà, la giustizia.

Grazie Tiziana per il tuo bel gesto, hai il mio applauso e spero quello di tutto il PDnetwork. Meglio non dormire la notte pensando a un debito, piuttosto che a un furto compiuto. Agli onesti rimorde la coscienza, sempre. Ai furbi no, bisogna insegnarglielo con la legge e con le sanzioni. Cosa che per il momento non avviene in Italia, ma siamo ottimisti, prima o poi verrà un altro governo, e un altro presidente.

Stefano Olivieri

http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it/

Pubblicato il 30/12/2008 alle 13.0 nella rubrica Etica & dintorni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web