.
Annunci online

se sono partito ogni tanto devo pur tornare
28 marzo 2013
BEN NAHID, il mio romanzo (di Stefano Olivieri)


Cari amici, per una volta parliamo di me. Voglio segnalarvi il mio romanzo Ben Nahid, finalista nel torneo Ioscrittore 2012 del gruppo editoriale Mauri & Spagnol. È appena stato pubblicato in formato ebook in questa pagina : http://www.ioscrittore.it/doc/68284/ben-nahid.htm dove potrete leggere la sua scheda e una piccola anteprima, oltre che scaricarlo se decidete di acquistarlo (prezzo promozionale fino al 21 aprile 1,99 euro, si può fare).

Gaza, 10 aprile 2015. Ben Nahid, un contrabbandiere un po’ anomalo perché è pacifista e aiuta a guarire i poveri della striscia di Gaza, muore colpito da un missile.  Il lenzuolo con cui lo avvolgono si rivela essere la copia esatta della Sindone del Nazareno e un reporter canadese se ne accorge, ma scoprirà che non sarà per niente facile pubblicare la notizia…

Trovate a questo link il booktrailer : http://www.youtube.com/watch?v=h0scJ351DKI

Qui invece un brevissimo commento dell’autore : http://www.youtube.com/watch?v=7E0j9TARCes

Buona lettura! Commenti e critiche sono assolutamente apprezzate. Potete indirizzarle tramite face book oppure a questo indirizzo: tindamostory@gmail.com

Grazie a tutti voi.

Stefano OLivieri



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gaza romanzo ben nahid

permalink | inviato da Stefano51 il 28/3/2013 alle 15:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
29 settembre 2012
MI CHIAMO EDDY


"... tutti mi volevano gay. Daniel per amarmi. Attilio per tormentarmi. Mio padre per dare addosso a mia madre, e io? Qualcuno mi aveva interpellato? Qualcuno aveva chiesto per bene e chiaramente 'Eddy ma tu cosa ne pensi?' Nessuno". 
Un romanzo strano, amaro e dolce al tempo stesso, che affronta con delicata leggerezza ma arrivando in profondità il tema della ricerca (e della scoperta) della sessualità e dell'omosessualità. Di Federica Gnomo, autrice di imprevedibile freschezza, da tenere sott'occhio.

Stefano Olivieri 
CULTURA
29 settembre 2012
Creatori di Universi
Il passato è lontano e il presente ce lo hanno distrutto. 
Pensiamo al futuro e disegniamolo fantastico e luminoso, diverso e avvincente, pieno di stimolanti opportunità e di impensabili insidie. Otto racconti fantastici in una antologia, otto autori di cui sentiremo ancora parlare. Con una speciale menzione per Serena M. Barbacetto.

Stefano Olivieri
http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it 

letteratura
9 agosto 2012
SCORRIMENTO VELOCE ( di Stefano Olivieri )


Nicola sapeva dove andare perché lo guidava il fumo, anche nel buio della notte. Sopra di lui la massicciata della grande strada a scorrimento veloce era come una muraglia infinita che tagliava in due la valle, dalle montagne al mare. Sopra sfrecciavano le auto, Nicola non poteva vederle ma ne percepiva la potenza, il riverbero dei fari, il ruggito feroce dei motori che si perdeva in lontananza. Quel rettilineo di otto chilometri era veloce e anche molto pericoloso, perché senza corsia di emergenza. Soltanto due piazzole di sosta, una a monte e l'altra giù a valle, appena prima dello svincolo a mare. Entrambe lontane da casa sua.

A ogni passaggio di auto una sferzata di vento caldo scendeva giù rotolando sul pietrisco, fino all’erba. E adesso la sua casa stava bruciando ma lui non poteva farci nulla. I suoi animali, le sue cose bruciavano per il fuoco acceso da quei cinque balordi. Era impotente perché il sottopasso era presidiato da quei maledetti e il suo telefonino era rimasto a casa. Quel tunnel sotto la strada era il cordone ombelicale che univa la sua casa all’orto nei pressi del torrente. Nicola passava lì sotto quattro volte al giorno ma quella sera al suo rientro il passaggio era sbarrato.

Erano in cinque, venuti da chissà dove. Due poi erano corsi a razziargli casa, gli altri erano rimasti a presidiare l’imbocco del tunnel . Nessuno li avrebbe fermati, nessuno ad aiutarlo perché la strada correva quasi dieci metri sopra la valle. Aveva provato ad avvicinarsi e quelli si erano schierati davanti a lui, sei occhi a fissarlo in tono di sfida. Così era tornato indietro e si era nascosto nell’orto. Poi aveva visto il fumo e aveva capito che era la fine. Di tutto, della sua vita, della sua casa e dei suoi animali. A meno che…

Aveva la batteria della pila quasi scarica ma alla fine era riuscito a trovare il rottame. Qualche anno prima era morto un motociclista e la sua moto si era fracassata in mille pezzi. Un pezzo della forcella era rotolato giù dalla strada, fermandosi fra gli spini.

Nicola prese dalla carriola gli ortaggi che stava portando a casa e li depose a terra con cura. Poi sollevò la forcella e la caricò sulla carriola, trascinandola sulla massicciata fino al l ciglio della strada. C’era traffico, doveva aspettare.
Arrivò il momento, nessun faro in lontananza. Il contadino rovesciò il rottame sull'asfalto e ridiscese in fretta verso il suo orto. Solo un minuto, poi un rumore di freni e lo schianto. Poi un altro ancora, e dopo un terzo e altri. Dieci minuti e arrivò la polizia, poi l’ambulanza.

L'uomo caricò di nuovo gli ortaggi e si avviò verso il sottopasso. Era sgombro, i balordi erano spariti. Lo attraversò e quando vide casa sua sospirò di sollievo: a bruciare era stato soltanto un po’ di spazzatura, forse una cicca accesa gettata a terra dai ladroni. Anche le galline erano vive.
Entrò in casa, era tutto sottosopra perché avevano cercato i soldi che lui non teneva li. Però quei farabutti si erano portati via il suo telefonino.

Pazienza, ne avrebbe comprato un altro.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. racconti narrativa

permalink | inviato da Stefano51 il 9/8/2012 alle 21:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
18 aprile 2012
DUE FILMONI PADANI (di Stefano Olivieri)





Su tutti gli schermi d'Italia. Per la violenza di alcune scene si sconsiglia la visione ai padani adulti con diritto di voto.

Stefano Olivieri
http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. leganord renzo bossi padania kaput

permalink | inviato da Stefano51 il 18/4/2012 alle 17:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
25 gennaio 2012
IL SEGRETO DI CASA TINDAMO ( di Stefano Olivieri)



 Questo è un sogno che tenevo nel cassetto. La più antica casa editrice italiana, la Dante Alighieri, ha appena pubblicato in formato ebook il mio romanzo.
E' una lettura per tutte le età, che racconta di avventura, di un tesoro stupefacente e anche d'amore. Del Nord ricco ed emancipato e del Sud della Calabria, una terra che amo.

Un accenno di trama : Virgilio, l’elettricista di un piccolo paese calabrese s’imbatte per caso, nei pressi di un casale diroccato a due passi dalla strada statale, in una pietra tombale antichissima che è la porta di una misteriosa galleria: è soltanto il primo passo verso la scoperta di uno stupefacente tesoro barbarico, che farà incontrare il protagonista con l’affascinante Federica, ricca imprenditrice milanese e involontaria erede del casale. I due tireranno dentro all’impresa anche Tonino, un muratore amico di Virgilio, e seguendo anche le indicazioni tratte da una antica ballata marinara ne passeranno di tutti i colori prima di raggiungere la meta. Un’avventura dal finale inaspettato nello scenario ricco di contraddizioni della Calabria di oggi.

Può essere letto da qualsiasi ebook reader oltre che, naturalmente, da tutti i pc. Potete scaricare l'ebook attraverso questa pagina web:
http://www.ultimabooks.it/il-segreto-di-casa-Tindamo ma lo trovate anche su IBS, BOL, Amazon, ecc.

Se volete, potete lasciare qui i vostri commenti sull'opera, mi faranno davvero immenso piacere. Grazie.

Stefano Olivieri
http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it  
18 gennaio 2012
VENTI CORPI NELLA NEVE

Questo è il mio omaggio, che faccio con piacere, all'amico Giuliano Pasini, giovane e talentuoso scrittore italiano. Il suo fenomenale thriller sta scalando vertiginosamente le classifiche nazionali di vendita basandosi sopratutto sul passaparola di chi lo ha già letto. Cercatelo in libreria e compratene due copie, così una almenovi rimarrà a casa dopo che gli amici vi avranno chiesto in prestito l'altra.

Poi fatemi sapere se vi è piaciuto. Giuliano lo trovate anche su facebook. 

Stefano Olivieri

http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giuliano pasini venti corpi nella neve

permalink | inviato da Stefano51 il 18/1/2012 alle 21:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Questo blog si presenta sotto forma di appunti personali, e come tale non segue un vero filo logico nel corso del tempo. Il presente blog non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilita’ dei materiali ivi contenuti. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7.03.2001. posizionamento sui motori ricerca



IL CANNOCCHIALE