.
Annunci online

se sono partito ogni tanto devo pur tornare
ECONOMIA
30 luglio 2012
HO FATTO UN SOGNO (di Stefano Olivieri)
 

I sogni semplificano la realtà e per questo sono consolatori. Nei sogni diventiamo invincibili e troviamo soluzioni inaspettate, talvolta di una logica così stringente che, una volta svegli, ci chiediamo il perché non si sia voluto far così.

Sogni agitati per l’Italia che non va in vacanza. Il denaro che non c’è, il futuro che non si vede fanno star male. Eppure io stanotte ho fatto un sogno bello. Ho sognato una società globale dove l’unità fiscale, commerciale ed economica della vecchia Europa era stata raggiunta con il classico uovo di Colombo, qualcosa a portata di mano per tutti: la rete internet.

Ho immaginato un mondo nuovo dove piccoli e grandi produttori di beni di consumo e piccoli e grandi commercianti erano uniti tutti insieme in un immenso portale a disposizione dei consumatori. La regola per entrarci: essere a posto con il fisco e con il pagamento dei contributi previdenziali, una sorta di DURC (dichiarazione unica di regolarità contributiva) allargata al fisco. Il vantaggio di starci dentro: essere visibili a tutto il mercato europeo, con la garanzia, anche per il più piccolo inserzionista, di poter perfezionare la vendita della propria merce anche a un acquirente lontano migliaia di chilometri. E se sei in grado di offrire un prodotto o un servizio di qualità a un prezzo più basso degli altri competitors, il tuo giro di affari può crescere in un battibaleno.

Un portale grandissimo, dicevo, diviso in due grandi sezioni : alimentare e non alimentare. Per il settore alimentare ci sarà la filiera corta per i prodotti più deteriorabili, con la possibilità di acquistare a prezzi più scontati per i gruppi di acquisto.

Una volta effettuato l'acquisto online, tutte le merci e i servizi saranno reperibili presso gli stessi negozi (laboratori, officine, studi, etc) consorziati nel portale, giacché a girare per la rete saranno soltanto le offerte di prodotti e servizi e i relativi acquisti degli stessi da parte dei consumatori. Nel caso in cui la merce acquistata sia molto lontana dall'acquirente ci penserà il servizio di spedizioni del portale a recapitarla, e il sovraprezzo per il recapito sarà trasparente, così come la formula di recesso. La competizione sarà straordinaria e i prezzi del portale inarrivabili da qualsiasi altro competitor.

Gli acquirenti consumatori potranno accedere al portale soltanto se in regola con il fisco in vigore nel proprio paese. A ciascuno di essi, effettuati i controlli, sarà assegnato un codice europeo di riconoscimento. Gli acquisti effettuati attraverso il portale saranno monitorati dal fisco che potrà controllare in tempo reale se da parte del venditore la composizione del prezzo di vendita è compatibile con il regime Iva di riferimento, e se da parte dell’acquirente la disponibilità (nell’anno solare) per l’acquisto di beni e servizi è compatibile con l’ultima dichiarazione dei redditi.

E chi resta fuori dal circuito? Per i venditori e gli acquirenti che scelgono di non iscriversi al portale sono previsti maggiori controlli fiscali.

Un mondo senza più furbetti, evasori, truffatori. Un sistema che premia l’onestà, la laboriosità e l’intraprendenza. E' un sogno, ma michiedo : che cosa mai ci vorrebbe a farlo diventare realtà?

Stefano OLivieri
http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Questo blog si presenta sotto forma di appunti personali, e come tale non segue un vero filo logico nel corso del tempo. Il presente blog non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilita’ dei materiali ivi contenuti. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7.03.2001. posizionamento sui motori ricerca



IL CANNOCCHIALE