.
Annunci online

se sono partito ogni tanto devo pur tornare
18 febbraio 2010
LA VITA O LA RIFFA ( di Stefano Olivieri)
 

E’ proprio vero, queste prossime elezioni regionali sono importanti. Bersani potrà anche ricamarci sul “giudizio di Dio” in cui Berlusconi tende a trasformare ogni competizione elettorale, ma è drammaticamente vero che alla fine di marzo l’Italia intera sarà ad un bivio : da una parte la resistenza, la voglia di mettersi in gioco e di unirsi contro un regime prevaricante, di più, contro una filosofia dell’esistenza che trasforma le relazioni individuali e collettive in quella gelatina che sta emergendo dalle ultime intercettazioni. E dico ultime perché Berlusconi stavolta - e questa è l'altra scelta che si può fare - è davvero intenzionato a mettere il silenziatore su questo indispensabile strumento di indagine, fosse pure per decreto : dopo non sapremo più niente, ci attende come in Avatar un bel criosonno di almeno tre anni, fino alla scadenza della legislatura, semmai ce ne sarà ancora una.

Ma il 22, o forse il 28 di marzo prossimi ( Sacconi ha proposto di far slittare il voto per accorpare le comunali e provinciali), il popolo italiano, investito dal premier in persona, ha una grandissima opportunità : testimoniare con il suo voto se questo potente sonnifero lo accetta o meno, se è d’accordo nel farsi un bel sonno mentre l’Italia finiscono di sgranocchiarsela i furbetti e i loro sponsor politici.

Leggo che perfino l’igienista dentale – tale Nicole Minetti – che Berlusconi ha conosciuto al S. Raffaele durante il suo forzato ricovero dopo l’attentato Tartaglia, è diventata con il tocco di re Mida una candidata consigliera nella lista Formigoni per le prossime elezioni regionali. Non è la prima infermiera che curando il premier trova un posto in politica, è successo in passato anche con l’ex caposala Licia Ronzulli, quella che smistava le ragazze a villa Certosa, oggi deputata europea.

Mi rivolgo alle donne, a tutte le donne, ma soprattutto a quelle che votano a destra. Sarete voi, carissime, a fare la differenza a queste prossime elezioni regionali, che Berlusconi ritiene – e sono perfettamente d’accordo – essere un importantissimo test nazionale. Ebbene, prima di votare, prima di entrare in quel gabbiotto con la scheda in mano, pensate a come quest’uomo, Silvio Berlusconi, tiene in considerazione non questa o quella donna, ma l’intero genere femminile. Pensate all’uso che vuole farne, all’uso che ne ha fatto finora, per quel pochissimo che è trapelato dalle indagini, dalle intercettazioni, dai video e dalle foto rubate, dalle ammissioni delle escort che sono state con lui.

So bene che la difesa d’ufficio in questo caso è sempre la stessa : sono fatti privati, l’importante è che abbia ben governato. Ma è importante o no, vi chiedo - guardate la mano sinistra di Berlusconi dove sta, nella foto - essere o meno consapevoli che si da il potere, sempre più potere, a un uomo che le donne intende usarle soltanto come un kleenex, per se e per i propri amici ? E’ importante o no sapere che non contano più gli studi fatti, la competenza, la professionalità acquisita, se non sono accompagnate ad un bel paio di cosce da mostrare generosamente, magari da far anche toccare al maschio potente di turno ? E’ importante o no sapere, capire che questa non è più libertà, emancipazione femminile, ma soltanto un meschino asservimento ad un maschilismo fondamentalista che porta l’Italia indietro non di decenni ma di secoli ?

Non vi chiedo di votare per l’opposizione, che vi appare smunta e dimessa. Vi dico però che sta a voi scegliere fra il partito di un capo assoluto, che potrebbe diventare così forte da decidere che anche le elezioni sono inutili, e i candidati dell’opposizione, i cui rappresentanti sono stati toccati anche loro dagli scandali, è vero, ma si sono dimessi dall’incarico, come pretende la democrazia. Decidete voi, se continuare a voler votare e a scegliere oppure delegare questo residuo diritto a chi candida alle elezioni la giovane igienista dentale del S. Raffaele che ha avuto la fortuna di incontrarlo. Scegliete voi, la vita o la riffa, per voi stesse e per le vostre figlie.

Stefano Olivieri
http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it/

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Questo blog si presenta sotto forma di appunti personali, e come tale non segue un vero filo logico nel corso del tempo. Il presente blog non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilita’ dei materiali ivi contenuti. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7.03.2001. posizionamento sui motori ricerca



IL CANNOCCHIALE